Archivio della categoria: Macintosh

Apple-Intel: la conferma!

Una svolta epocale. Non credo sia possibile descrivere con parole diverse l’annuncio che Jobs ha appena dato al WWDC di San Francisco, confermando quelle che fino a ieri erano solo voci (vedi il post precedente).
Le implicazioni sono tante, ma credo che la piu’ interessante sia la possibilita’, non supportata ma neanche smentita, che sulle future macchine Apple possa girare anche Windows, non piu’ grazie a un emulatore software ma per la natura dello stesso hardware. Potrebbe essere lo ‘switch’ definitivo e l’upgrade per tutti coloro che ancora non avevano avuto lo slancio per saggiare il sistema operativo del Mac (provate a immaginare quanti continuerebbero a far girare Windows su un computer che puo’ ospitare di serie Panther).
Per tutti i succosi dettagli vi rimando, ovviamente, al sito italico Apple per eccellenza: Macity. C’e’ anche chi, come MyTech di Mondandori, ha lanciato un sondaggio fra gli utenti Mac per coglierne le reazioni alla notizia.

Ricerche che hanno portato qui:

Apple-Intel: la verita' e' vicina?

Leggeremo 'Intel inside' anche sui Mac?Le voci su imminenti rapporti commerciali fra Apple e Intel si fanno sempre piu’ insistenti, fino a coinvolgere nella corsa alla proiezione di scenari possibili anche siti Web di un certo livello come quello di ZDNet e CNet.
Si parla ormai di un annuncio ufficiale, programmato per domani nel corso della Worldwide Developer Conference di Apple, e della possibilita’ che Apple cominci a produrre modelli a basso costo (come il Mac mini) dalla seconda meta’ del 2006 e modelli di fascia alta dalla seconda meta’ dell’anno successivo.
Difficile ipotizzare le ragioni che potrebbero spingere l’azienda di Cupertino verso questo nuovo rapporto commerciale con un produttore di hardware da sempre identificato come ‘avversario’, con un inevitabile e progressivo abbandono del rapporto con IBM, che dura dal 1994.
Non ci resta che aspettare e scoprire se le ipotesi corrispondono a realta’.

Audio WMA in MacOS X

EasyWMA all'opera

Oggi il caro amico FlashBlack mi ha spedito un simpatico file audio WMA, che fortunatamente ho potuto ascoltare su Mac sia grazie al player predefinito (MPlayer OS X 2) sia grazie al comodo VLC che, memore della sua flessibilita’ su PC, avevo da tempo installato anche sul piccolo Mac mini.
Mi sono pero’ chiesto se fosse possibile convertire un file audio WMA in qualcos’altro, per esempio MP3, ma quando ho provato con il comodo Audacity non ha voluto saperne di aprirlo.
Una piccola ricerca mi ha permesso cosi’ di scoprire EasyWMA, un simpatico programmino freeware (anzi, ‘donateware’) con cui e’ possibile convertire i file WMA in MP3 o WAV.

Esportare la Rubrica in MacOS X

Voglio segnalarvi un’utility freeware di quelle che possono rivelarsi vitali in certe situazioni.
Premessa: ultimamente ho avuto seri problemi con i font in MacOS X Panther, grazie all’inefficienza del Libro Font sommata ai problemi che i famigerati font ‘corrotti’ immancabilmente provocano su Mac. Morale: quasi sicuramente a causa di cio’, la Rubrica Indirizzi al momento si avvia, ma si ‘congela’ subito dopo, mostrando la terribile ‘spinning beachball’ (detta anche ‘spinning wheel of death’), che io ho ribattezzato ‘ruota della sfortuna’ in stile tutto italiano (riesco ad avere un senso dell’umorismo di fronte ai casini provocati dai computer anche dopo vent’anni che ci convivo, si vede che non sono ancora troppo vecchio). Fine della premessa.
Finche’ non rimetto a posto la Rubrica dovro’ ricorrere a qualche altro indirizzario (Entourage di Office:Mac o eventualmente passare al piu’ leggero Firebird), ma per farlo ho bisogno di importare i contatti della rubrica, e ho scoperto con orrore che il formato standard esportato da Rubrica Indirizzi non e’ previsto nell’importazione da queste applicazioni.
Entra in scena ABE, Address Book Exporter, che permette di salvare i contatti come semplice testo oppure applicando un formato a scelta fra Entourage, Outlook, Palm Desktop o Yahoo.
Che dire? A questi programmatori dovrebbero dedicare un monumento, o una via, o una stella nella nostra galassia. :-)

Macintosh – 23 anni fa, in questo giorno…

Apple lanciava il suo Macintosh con uno spot destinato a rimanere leggendario, ispirato al famoso 1984 di George Orwell. Ancora oggi, quando lo rivedo, ho la pelle d’oca e mi si inumidiscono gli occhi, forse essere un utente Mac significa anche questo, provare il brivido di una rivoluzione vissuta ogni giorno. Fanatismo? Forse, ma in senso buono: ho assistito alla nascita del Mac e ne ho vissuto l’evoluzione, negli anni in cui il DeskTop Publishing rivoluzionava l’editoria. Ancora oggi attendo con ansia i keynote di Steve Jobs come un bambino attende Babbo Natale, che ci volete fare, è più forte di me. Non potevo, quindi, esimermi dal celebrare questo giorno pubblicando il video del famoso spot che Wired ha giustamente ricordato.

Apple… iSpira

Un iPod piuttosto... iNusuale :-DChi segue l’altro mio blog MobTech avrà sicuramente letto i post sull’iPhone, ma di solito preferisco parlare dei prodotti ‘non portatili’ di Apple su questo blog, almeno finché non sarà pronto quello ‘dedicato’ ;-)
Parlando di Apple, quindi, e della sua mania del prefisso ‘i’ (che sta per ‘intelligente’, se non erro), volevo approfittare per segnalarvi la nuova iniziativa del simpaticissimo sito Worth1000, che stavolta ha invitato i creativi digitali a iNventarsi dei nuovi prodotti Apple iNnovativi e anche iNusuali (ok, ho capito, ora la smetto…). Come quello della foto, appunto!

La risposta di Apple a Windows Media Center

Notate il telecomando sul lato destro, in bassoEra inevitabile. Con un annuncio in gran parte assorbito dalla novita’ dell’iPod video (di cui parlo su MobTech), Jobs ha presentato l’altro ieri sera il nuovo iMac G5, dotato della nuovissima tecnologia Front Row che si presenta come cio’ che Windows Media Center avrebbe dovuto essere (e non e’ stato) offrendo stile, potenza e semplicita’ e addirittura un telecomando di serie. Ma Front Row non e’ l’unica novita’ del rinnovato iMac G5, visto che ora offre di serie anche la webcam iSight, e naturalmente il nuovo Mighty Mouse. L’iMac ha avuto anche un re-design ed e’ ora piu’ sottile, oltre ad avere subito una serie di cambiamenti di cui uno solo negativo: la sparizione del modem di serie, che ora e’ opzionale (a svantaggio di chi si collega ancora in dial-up).
Se volete vedere le immagini del reportage, visitate la pagina allestita da Macity per l’evento, mentre per il comunicato stampa e le foto in alta risoluzione potete visitare il sito di Apple.

Il lungo occhio di Steve

Il sorrisetto furbo di StevePer chi mastica un po’ di inglese, segnalo un’interessante thread partito da un breve articolo sulle affermazioni che Jobs aveva fatto riguardo ai suoi piani per il futuro di OSX e il rapporto con i processori Intel, e l’effettiva possibilita’ che lo ‘switch’ facesse parte di un piano pluriennale gia’ delineato.
Partendo da una precisazione all’articolo, il thread si sviluppa lungo una serie di linee piuttosto interessanti, anche se il tutto si riduce a una pagina di testo, quindi molto sintetico.
Se vi interessa, cliccate qui.

Mac OS X sulla PlayStation 3 ?

La nuova PlayStation 3 di SonySul sito Sony.co.uk si legge, alla fine di un articolo dedicato alla nuova console del colosso giapponese (il cui arrivo nei negozi e’ previsto per la primavera del 2006), che il processore Cell su cui la console e’ basata sarebbe compatibile con vari sistemi operativi, fra cui Linux e Mac OS X Tiger.
Un’affermazione che, su un sito apparentemente autorevole come questo, lascia davvero pensare…