Apple-Intel: la conferma!

Una svolta epocale. Non credo sia possibile descrivere con parole diverse l’annuncio che Jobs ha appena dato al WWDC di San Francisco, confermando quelle che fino a ieri erano solo voci (vedi il post precedente).
Le implicazioni sono tante, ma credo che la piu’ interessante sia la possibilita’, non supportata ma neanche smentita, che sulle future macchine Apple possa girare anche Windows, non piu’ grazie a un emulatore software ma per la natura dello stesso hardware. Potrebbe essere lo ‘switch’ definitivo e l’upgrade per tutti coloro che ancora non avevano avuto lo slancio per saggiare il sistema operativo del Mac (provate a immaginare quanti continuerebbero a far girare Windows su un computer che puo’ ospitare di serie Panther).
Per tutti i succosi dettagli vi rimando, ovviamente, al sito italico Apple per eccellenza: Macity. C’e’ anche chi, come MyTech di Mondandori, ha lanciato un sondaggio fra gli utenti Mac per coglierne le reazioni alla notizia.

Audio WMA in MacOS X

EasyWMA all'opera

Oggi il caro amico FlashBlack mi ha spedito un simpatico file audio WMA, che fortunatamente ho potuto ascoltare su Mac sia grazie al player predefinito (MPlayer OS X 2) sia grazie al comodo VLC che, memore della sua flessibilita’ su PC, avevo da tempo installato anche sul piccolo Mac mini.
Mi sono pero’ chiesto se fosse possibile convertire un file audio WMA in qualcos’altro, per esempio MP3, ma quando ho provato con il comodo Audacity non ha voluto saperne di aprirlo.
Una piccola ricerca mi ha permesso cosi’ di scoprire EasyWMA, un simpatico programmino freeware (anzi, ‘donateware’) con cui e’ possibile convertire i file WMA in MP3 o WAV.

La risposta di Apple a Windows Media Center

Notate il telecomando sul lato destro, in bassoEra inevitabile. Con un annuncio in gran parte assorbito dalla novita’ dell’iPod video (di cui parlo su MobTech), Jobs ha presentato l’altro ieri sera il nuovo iMac G5, dotato della nuovissima tecnologia Front Row che si presenta come cio’ che Windows Media Center avrebbe dovuto essere (e non e’ stato) offrendo stile, potenza e semplicita’ e addirittura un telecomando di serie. Ma Front Row non e’ l’unica novita’ del rinnovato iMac G5, visto che ora offre di serie anche la webcam iSight, e naturalmente il nuovo Mighty Mouse. L’iMac ha avuto anche un re-design ed e’ ora piu’ sottile, oltre ad avere subito una serie di cambiamenti di cui uno solo negativo: la sparizione del modem di serie, che ora e’ opzionale (a svantaggio di chi si collega ancora in dial-up).
Se volete vedere le immagini del reportage, visitate la pagina allestita da Macity per l’evento, mentre per il comunicato stampa e le foto in alta risoluzione potete visitare il sito di Apple.