Stampa foto digitali – Web o negozio?


Stampare le foto? Oggi col digitale bastano pochi centesimi!A volte si finisce per cercare altrove ciò che invece è sotto il naso, come mi è capitato nel tentativo di individuare un servizio di stampa fotografica via Web usando le parole chiave stampa foto con Google. Naturalmente nei risultati della ricerca sono apparsi siti particolarmente noti e ho potuto confrontare i prezzi, usando appunto uno dei risultati della prima pagina che mi portava sul servizio TrovaPrezzi: non ho potuto fare a meno di notare che le tariffe migliori erano quelle del sito di PhotoWorld, il quale offre le stampe a un prezzo particolarmente interessante di 7 centesimi, senza obbligo di quantità particolari e con la possibilità di otenere la spedizione veloce a soli 2,90 euro con un ordine minimo di 39 euro totali per le stampe fotografiche. Sul sito ho trovato anche i recapiti per i contatti, compreso il pulsante per le chiamate via Skype, ma quello che mi ha colpito di più è stato il numero di telefono fisso, incredibilmente simile a quello della mia zona.
Continua a leggere

Andante con brio

corrado con un suo collega musicista in uno dei concertiColgo l’occasione per pubblicizzare spudoratamente ‘Pianissimo’, il nuovo sito-blog del caro amico Corrado Greco, che avevo gia’ avuto occasione di menzionare in un post dedicato a Vitaminic.
Lo faccio per il semplice motivo che ho potuto seguire, nelle ultime settimane, la sua appassionata adozione di WordPress, che gli ha permesso di trasformare il suo vecchio sito ‘statico’ in qualcosa di mutevole e sempre piu’ interessante. Corrado ha fatto uso di alcuni dei plug-in che io stesso avevo adottato per questo blog, aggiungendone altri per quelle funzioni che di volta in volta ha ritenuto di ‘implementare’ nel suo sito. Non mi resta che inserirlo nei link e invitarvi a visitarlo!

La banda larga sta stretta a qualcuno?

Leggo su AGI News che si è registrato un vero e proprio picco nelle vendite legali di musica su Internet: la crescita di questo mercato ha superato quella dello scambio illegale (alias P2P o file sharing che dir si voglia). Leggo, anche, come la lentezza nella diffusione della banda larga costituisca un vergognoso e inspiegabile freno per un mercato che, al pari di altri, sfama molta gente. Nello stesso articolo, però, leggo nuovamente di affermazioni secondo cui l’imposizione di ‘filtri’ ai fornitori d’accesso a Internet può rappresentare una misura di contrasto alla diffusione illegale di musica e altri contenuti multimediali. Insomma, siamo punto e accapo, e ancora oggi non si riesce a capire come lo scambio di musica, film e qualsiasi altra opera d’ingegno non passa necessariamente via Internet e non è la vera limitazione all’acquisto regolare e ‘legale’ di tali prodotti. Il vero ostacolo è il costo, la vera cura è il ridimensionamento dei prezzi. Altrimenti non si spiegherebbe come la vendita di musica on-line sia in crescita esponenziale mentre quella sui supporti tradizionali soffre ancora della solita crisi. Del resto, per far crescere il mercato con Internet ci vuole poco, e c’è da guadagnare per tutti, come rivela Maurizio Ricci nel suo interessante e ampio articolo su Repubblica.it.
Ci vuole tanto a capire? Continua a leggere

Un'estate piena di film

La locandina di Fantastic FourForse vi siete lasciati distrarre dal clamore che l’arrivo del terzo episodio della saga di Guerre Stellari sta provocando un po’ dappertutto, ma non dimenticate che in arrivo ci sono film che farebbero venire la pelle d’oca anche ai piu’ schizzinosi in fatto di sequel, prequel, remake e spin-off.
Per esempio, La Guida Galattica per Astrostoppisti di Scott Adams, oppure I Fantastici Quattro e Batman:Returns, o La Guerra dei Mondi, o Kung Fusion (divertentissima parodia di Matrix in stile arti marziali, e dopo Kung Pow e Shaolin Soccer ci voleva proprio!). Oppure, per chi ama il brivido, The Amitiville Horror. O, per gli amanti della magia, il nuovo episodio di Harry Potter. Addirittura e’ in arrivo un film ispirato al famigerato Codice Da Vinci e da un po’ circola il trailer del remake di Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolata!
Tra parentesi, che ne e’ del sequel di TRON?!? Si parlava di un coinvolgimento dello stesso Linsberger, e finora abbiamo visto solo il videogioco…
Beh, intanto quest’estate avremo di che vedere… cosa state aspettando? Se avete una connessione veloce, non lasciatevi sfuggire i trailer e i teaser (alcuni in esclusiva per il Web) sul sito di Apple o su quello, meno conosciuto ma altrettanto ben fatto, di JurassicPunk (che magari consente velocita’ di download maggiori, visto che e’ meno noto).

Una 'Cura' per l'Anima

Un bellissimo ritratto del grande BattiatoQuesto e’ il mio primo ‘post’ musicale, e non potrei iniziare meglio di cosi’, visto che ho deciso di dedicarlo al grande Franco Battiato, e in particolare a un suo brano che avra’ sicuramente toccato l’animo di molti: La Cura.
Sul significato del testo di questa canzone sono stati espressi molti pareri, ma credo che una delle analisi migliori sia quella di Alberto Truffi su Musica e Memoria, che sullo stesso sito analizza altrettanto profondamente anche brani meno recenti ma ugualmente significativi. Come accade con tutti i capolavori del ‘maestro’, infatti, si puo’ tentare di decifrarne i molteplici significati solo conoscendo la sua produzione musicale passata. E si puo’ assaporare solo ascoltandola col cuore e la mente, oltre che con l’orecchio. Se volete scoprire altro sul grande Battiato, infine, sappiate che anche su Wikipedia c’e’ un’area dedicata al grande musicista catanese.

Chi ha bisogno della guerra?

La grande mietitriceGià, chi ha bisogno della guerra quando la fame, l’inquinamento (oggi è l’Earth Day, lo sapete?), le calamità naturali, gli incidenti sul lavoro e sulle vie di comunicazione, le malattie e lo stress uccidono ogni giorno persone di ogni età su tutto il pianeta? Non so se è capitato anche a voi (mi riferisco a chi ha superato i 30 anni di età) di notare sempre più spesso come le persone che conoscete ‘scompaiono’ con un ritmo incalzante: negli ultimi anni ho perso amici, parenti e conoscenti, spesso per morti improvvise e inaspettate.
La morte sembra ormai una presenza costante, nella mia vita, ma del resto il buon Wayne W. Dyer me lo aveva insegnato già quando ero ragazzo. Continua a leggere

Radio, blog, telefono… podcast?

In occasione del raggiungimento dei 4.000 blog ‘censiti’ BlogItalia segnala che il cofondatore Toni Siino (blogger lui stesso sul suo Deeario), il 23 giugno e’ stato intervistato da Linus di Radio Deejay sull’argomento blog. L’intervista telefonica, breve ma simpatica e interessante, e’ disponibile in MP3 per chi volesse ascoltarla. Un bel mix di media, non c’e’ che dire…

Un telefono USB per il VoIP

L'E-ZI Phone di WaitekNon e’ una novita’ come idea, ma sicuramente e’ un buon prodotto offerto a un prezzo interessante (meno di 50 euro), il nuovo E-ZI Phone di Waitec, collegabile alla porta USB del computer e compatibile con i principali sistemi di VoIP (Voice Over IP), compreso il popolare Skype. Ne parla dettagliatamente Jugo, che nell’articolo presenta anche l’altro dipositivo VoIP di Waitec, l’E-ZI Phonebox. Potete acquistarlo su Web individuando le migliori offerte con Google (bastera’ inserire il nome del prodotto e cercare le pagine in italiano) oppure direttamente dal sito di Essedi.it.

PodCast killed the WebRadio Star

Il mitico Bob Hope in chiave... modernaI tempi del mitico Bob Hope sono lontani, ma il Web sta alimentando un fenomeno che potrebbe riportare in auge l’ascolto anche fra chi e’ ormai abituato agli innumerevoli stimoli visivi della TV e dei nuovi media.
Non stiamo parlando delle Web Radio o del fenomeno ShoutCast, visto che lo streaming audio non sembra aver riscosso quel successo che la banda larga sembrava promettere (tanto e’ vero che si sono diffusi numerosi programmi per ‘catturare’ i flussi audio digitali e conservarli su disco per un ascolto successivo). Ne’ si parla, in questo caso, del Digital Audio Broadcast (DAB), che pur servendosi di tecnologie come l’MPEG vive al di fuori di Internet, e i cui dispositivi di ricezione non sono riusciti ad affermarsi come reale prodotto di consumo, nonostante le aspettative.
Continua a leggere

Aria di crisi

Un giovane disoccupato nell'America di una voltaGli annunci di licenziamenti, ristrutturazioni e outsourcing in aree con manodopera a buon mercato si infittiscono, soprattutto nel settore IT e dell’elettronica di consumo. La notizia dei licenziamenti programmati in HP (14.000 posti), rinverdita oggi da Punto Informatico, si affianca paurosamente a quella di Sony (10.000 posti entro il 2007) e di Siemens (2.400 posti entro i prossimi due anni). Le ristrutturazioni, invece, interessano sia grandi nomi come Microsoft (che ha deciso di ridurre la struttura dirigenziale a tre sole unità, sia aziende minori come Olidata, che prevede anche l’outsourcing per alcune attività. Il cosiddetto ‘posto fisso’ comincia sicuramente a diventare meno valido, nel lungo termine, rispetto alla flessibilita’ di chi si ‘arrangia’ lavorando in proprio e adattandosi ai mutamenti di mercato, particolarmente rapidi e imprevedibili nel settore IT.