Andante con brio

corrado con un suo collega musicista in uno dei concertiColgo l’occasione per pubblicizzare spudoratamente ‘Pianissimo’, il nuovo sito-blog del caro amico Corrado Greco, che avevo gia’ avuto occasione di menzionare in un post dedicato a Vitaminic.
Lo faccio per il semplice motivo che ho potuto seguire, nelle ultime settimane, la sua appassionata adozione di WordPress, che gli ha permesso di trasformare il suo vecchio sito ‘statico’ in qualcosa di mutevole e sempre piu’ interessante. Corrado ha fatto uso di alcuni dei plug-in che io stesso avevo adottato per questo blog, aggiungendone altri per quelle funzioni che di volta in volta ha ritenuto di ‘implementare’ nel suo sito. Non mi resta che inserirlo nei link e invitarvi a visitarlo!

Caffe' e… PHP

Ah, una bella tazzina di caffe' fa sempre bene!A volte i cambiamenti che un autore applica al suo blog non sono visibili ‘in superficie’, soprattutto quando si tratta di migliorie funzionali al meccanismo di editing e pubblicazione. E’ il caso del nuovo plug-in che sto per adottare nella preparazione di questo blog: si chiama ‘Text replace’ ed e’ l’equivalente di quelle che in gergo informatico vengono chiamate ‘macro’, ovvero sistemi per automatizzare determinate operazioni. Anzi, piu’ precisamente somiglia moltissimo al meccanismo di sostituzione automatica del testo che troviamo in Microsoft Word, e che aiuta a digitare parole o frasi di uso frequente associandole a una breve sequenza di caratteri, che una volta digitati sono automaticamente ‘tradotti’ nella parola o frase scelta.
Continua a leggere

A volte ritornano

La copertina del primo ExplorerOgni tanto mi capita, come oggi, di trovare in mailbox un messaggio di qualche giocatore delle mie vecchie avventure pubblicate in edicola nelle collane Explorer e Viking, che ovviamente mi fa i complimenti ‘in differita’ e, incredibile ma vero, a volte mi chiede un aiuto su uno dei giochi.
Non che su Web sia tanto difficile imbattersi in una di queste storie interattive, visto che oltre al Progetto Lazzaro (ancora in costruzione ma ricco di materiale), e’ possibile trovarle persino su Planet Emulation, un sito francese dedicato all’emulazione, e su un sito ungherese che raccoglie vecchi giochi di vario genere. Le singole avventure sono state pubblicate anche su Planet Emulation, il famoso sito francese.
Continua a leggere

Mac OS X sulla PlayStation 3 ?

La nuova PlayStation 3 di SonySul sito Sony.co.uk si legge, alla fine di un articolo dedicato alla nuova console del colosso giapponese (il cui arrivo nei negozi e’ previsto per la primavera del 2006), che il processore Cell su cui la console e’ basata sarebbe compatibile con vari sistemi operativi, fra cui Linux e Mac OS X Tiger.
Un’affermazione che, su un sito apparentemente autorevole come questo, lascia davvero pensare…

Laggiu' nell'Arizona…

L'iBook di ApplePiu’ che una terra di sogni e di chimere, come recitava la famosa canzone, l’Arizona sembra una terra di innovazioni dove la gioventu’ cresce nel digitale. Su BBC News sono comparsi ben due articoli (l’altro e’ qui) dedicati a una scuola di Tucson dove si e’ deciso di sostituire integralmente la carta con un magnifico iBook di Apple. La spesa per i libri di testo, circa 500 dollari, era sicuramente minore degli 800 dollari spesi per il notebook assegnato a ogni studente, tuttavia in questo modo l’istituto ha risparmiato gli investimenti per il laboratorio di informatica, quindi ci ha guadagnato. Al di la’ dell’educazione alla tecnologia, dell’entusiasmo degli studenti, della possibilita’ di lavorare in rete wireless e di esplorare nuove metodologie educative, la scelta potrebbe scandalizzare i puristi della carta stampata. Voi che ne pensate?

Blog, WordPress e… suicidi

Avevo letto ieri, su ANSA.it, un breve articolo su un ragazzo (un informatico lombardo di 26 anni) che si e’ tolto la vita dopo aver dedicato a questa sua decisione un blog (realizzato con WordPress), dal titolo ‘primadipartire’. Dopo un po’ di ricerche, ho visto che al momento l’articolo piu’ completo e serio sulla vicenda e’ stato pubblicato sul Corriere della Sera on-line. Intanto, sul blog di Ciro Eugenio Milani (questo il nome del giovane) continuano i commenti dei visitatori e ci sono anche dei ‘post’ automatici che Ciro aveva programmato (WordPress, come altri sistemi di blog, consente anche questo). Anche se puo’ sembrare strano che si parli di questi argomenti in un blog, non dobbiamo dimenticare che anche Cesare Pavese, a suo tempo, dedico’ il suo libro ‘Il mestiere di vivere’ alle riflessioni che precedettero il suo suicidio. Del resto, i blog sono un mezzo per pubblicare (rendere pubblici) i propri pensieri, idee e opinioni. Da parte mia, nessun giudizio, nessun commento, solo tanto rammarico per una giovane vita che si spegne, per una persona che non c’e’ piu’ e che forse avrebbe potuto significare qualcosa per qualcuno, un giorno. Certo e’ che dalla vicenda si possono trarre molti spunti di riflessione e discussione, per chi vorra’ farlo, e probabilmente lo spazio dei commenti di ‘primadipartire’ sara’ uno degli spazi più affollati in questo senso. In ogni caso, un primo articolo di seria riflessione e’ stato pubblicato proprio oggi da Punto Informatico.

La nemesi di Skype?

Di sicuro si e’ parlato fin troppo di Skype, ultimamente, e delle sue ottime qualita’ di ‘netphone’ ma anche di sistema per chiamate nazionali e internazionali in VoIP a prezzi convenienti.
Da tempo, tuttavia, è in sviluppo un’alternativa piu’ che valida dal nome in codice ‘Gizmo Project’, le cui caratteristiche superano di gran lunga quelle di Skype, a partire dalla possibilita’ di ricevere chiamate da telefoni fissi e cellulari, e le tariffe per le chiamate verso telefoni fissi e cellulari in tutto il mondo sono veramente concorrenziali. Il software (e il servizio) e’ nato all’interno di SIPphone, una delle compagnie del simpatico Michael Robertson, gia’ noto per Linspire (ex Lindows). E’ stato proprio grazie alla newsletter di Michael che ho saputo di questo programma, che vi invito a scaricare e provare in alternativa a Skype, visto che la comunicazione fra computer e’ gratuita, e la qualita’ e’ ottima anche su linee meno veloci, e il software e’ disponibile gratuitamente sia per Windows sia per Macintosh (e presto anche per Linux).

Un altro CMS per i blog

Mi sono imbattuto in Drupal, un altro CMS open source usato da un crescente numero di bloggers di tutto il mondo (esiste anche la traduzione italiana). In effetti, questi sistemi si somigliano un po’ tutti: anche Drupal ha i suoi temi, e i suoi plug-in (che si chiamano ‘moduli‘).
Non lasciatevi ingannare, pero’, dalla presenza di qualche particolare estensione offerta da Drupal pensando che non esiste in WordPress. Si tratta di soluzioni open source, quindi seguite e migliorate costantenemente da dozzine di programmatori, che oltre a garantirne l’evoluzione danno vita a nuove estensioni funzionali ed estetiche.
Un esempio particolare? Il modulo Chatbox di Drupal. Anche WordPress ne possiede uno, ovviamente.
E se, malauguratamente, vi rendete conto che non esiste una funzione da voi desiderata, tenete semplicemente d’occhio lo sviluppo dei plug-in, e vedrete che prima o poi qualcuno ci pensera’, creandola.
Inoltre, vi conviene sempre puntare sul ‘cavallo vincente’, e visto il successo che WordPress sta ottenendo persino nei confronti di una soluzione popolare come MovableType (che, non dimentichiamolo, e’ diventata un prodotto commerciale, quindi privato e a pagamento), c’e’ da aspettarsi molto in quanto a sviluppi futuri.

Stampa foto digitali – Web o negozio?


Stampare le foto? Oggi col digitale bastano pochi centesimi!A volte si finisce per cercare altrove ciò che invece è sotto il naso, come mi è capitato nel tentativo di individuare un servizio di stampa fotografica via Web usando le parole chiave stampa foto con Google. Naturalmente nei risultati della ricerca sono apparsi siti particolarmente noti e ho potuto confrontare i prezzi, usando appunto uno dei risultati della prima pagina che mi portava sul servizio TrovaPrezzi: non ho potuto fare a meno di notare che le tariffe migliori erano quelle del sito di PhotoWorld, il quale offre le stampe a un prezzo particolarmente interessante di 7 centesimi, senza obbligo di quantità particolari e con la possibilità di otenere la spedizione veloce a soli 2,90 euro con un ordine minimo di 39 euro totali per le stampe fotografiche. Sul sito ho trovato anche i recapiti per i contatti, compreso il pulsante per le chiamate via Skype, ma quello che mi ha colpito di più è stato il numero di telefono fisso, incredibilmente simile a quello della mia zona.
Continua a leggere